Hifi Pickup

+39 0331 252550

Merason Frérot dac

Merason Frerot DAC

Alla ricerca di un DAC entry-level nel prezzo ma non nelle prestazioni, l’abbiamo trovato in Svizzera. Svizzera? Terra di ingegneria altamente sofisticata e apparecchiature ultra costose? Bene lo hanno fatto e ce l’abbiamo. E per di più è un Killer DAC. È fluido e musicale e più analogico che digitale.

Dopo che il MERSON DAC-1 ha fatto scalpore nel mondo audiofilo, il produttore svizzero Dafraud sta ora presentando un fratello minore al DAC-1. Il Frérot, opportunamente chiamato “fratellino”, si basa sul grande DAC-1 in termini di suono e tecnologia.I progettisti hanno affermato che il loro obiettivo era creare un DAC dal suono molto analogico a un prezzo molto ragionevole. Con il Frérot sono riusciti a raggiungere questo obiettivo.

Dettagli interni
Sbirciando all’interno del Frerot, diventa ovvio che Merason presta molta attenzione nella gestione del segnale digitale. I segnali digitali elettricamente in ingresso sono tutti inizialmente isolati galvanicamente. Con l’isolamento dell’ingresso coassiale tramite trasformatore e con l’isolamento capacitivo dell’ingresso USB. I segnali vengono quindi convertiti nel formato I²S utilizzando un chip AK4118 e inviati al DAC 1794A. La conversione post DAC di corrente in tensione è gestita con componenti discreti e un buffer di Classe A. La regolazione della tensione è gestita tramite un circuito proprietario.

IL SUONO
Il Merason Frerot nelle dimensioni e nel prezzo è un piccolo DAC, mentre quando si parla di prestazioni sonore, risulta un gigante in grado di sostenere confronti con convertitori di ben altra fascia di prezzo.

Il suono del Frerot regala grande sensazione di fluidità e musicalità, all’ascolto si gode di un sano calore analogico. Attenzione però, tutto questo è unito ad una definizione e una trasparenza di eccellente livello, ad una capacità di estrarre informazioni dal segnale in grado di fare riscoprire la musica preferita.

Un suono ricco di particolari, armoniche e di grande ariosità, ed una capacità di riprodurre una spettacolare scena sonora, presente e vivida, tridimensionale e profonda, nello stesso tempo concreta e materica, con buone registrazioni si avverte la sensazione di presenza fisica degli strumenti e delle voci nell’ambiente di ascolto.

Tutto lo spettro di frequenze gode di queste caratteristiche, alti definiti puliti e ariosi, medi presenti naturali ed espressivi (stupende le voci), bassi pieni e profondi, ricchi di armoniche, sempre molto ben controllati e articolati.

Notevolissima la gestione dinamica, permette di passare da piccoli segnali a basso livello a possenti esplosioni sonore sempre con grande naturalezza e gradualità rispettando e mantenendo le originali variazioni del programma musicale.

Insomma questo Merason Frerot è stata una bella sorpresa, un piccolo DAC in grado di regalare grande musica. Davvero molto interessante il prezzo, che anche se è in via di aumento (da 1050 a 1200 euro), mantiene elevatissimo il rapporto prestazioni/prezzo, questo visto anche che si tratta di un prodotto interamente realizzato in Svizzera.
In oltre sarà a breve disponibile un alimentatore opzionale di elevata qualità in grado di migliorare ulteriormente le prestazioni del Frérot.

Specifiche tecniche
Uscita: max. 4 V RMS (simmetrico), max. 2 V RMS (asimmetrico).
Frequenza: da 20 Hz a 20 kHz +/- 0,1 dB.
THD + N: <0,006%. SNR:> 120 dB.
DAC: BurrBrown 1794A, stadio I / V discreto.
Uscita: struttura discreta.
Alimentazione elettrica:
9 V CC, 12 W tramite l’alimentatore esterno incluso da 100 V a 240 V CA / da 50 a 60 Hz, 40 W.
Formati audio
44,1 kHz a 16 bit, 44,1 kHz a 24 bit.
48 kHz a 16 bit, 48 kHz a 24 bit.
88,2 kHz a 24 bit.
96 kHz a 24 bit.
176,4 kHz a 24 bit.
192 kHz a 24 bit.
Dimensioni
22,5 cm x 5 cm x 18 cm (larghezza x altezza x profondità)
Peso: 980 g.